Perché i parrucchieri chiudono di lunedì?

Spread the love

Perché i parrucchieri chiudono di lunedi? E’ vero che in questo mondo sempre più globalizzato anche la chiusura dei negozi di coiffeur è diventata sempre più rara (si pensi a quelli ospitati in centri commerciali o a quelli, sempre più diffusi, gestiti da cinesi), ma la tradizione è ancora rispettata da molti.

L’usanza di tenere chiusa la bottega da parruchhiere è cominciata a Firenze nel 1742. Era giugno e in via San Cristofano (zona Santa Croce) venne ritrovato il cadavere orrendamente sgozzato di una prostituta di nome Mariuccia, i Birri (poliziotti di allora), non sapendo che pesci prendere, tennero d’occhio i banchi di pegno e di li a poco su uno di questi spuntò un vestito della malcapitata.

Da lì il passo fu breve, risalirono ad un tal Antonio di Vittorio Giani  barbiere nella buca del portone di Anna Lena (zona via Romana). Il giovane, che aveva 22 anni, tardò a confessare l’orrendo omicidio per ragioni di  banale gelosia e il lunedi successivo 11 giugno fu impiccato davanti ad una folla immensa formata per lo più da sui colleghi che per l’occasione avevano chiuso bottega.

Da allora i parrucchieri chiudono di lunedi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *